Crea sito
Oggi sul blog

Review Party: i racconti di Serafina Lomaisto

Buongiorno fanciulli! Prendo parte anche io al Review Party dedicato a due racconti che Serafina (@serafinascrive) scrisse lo scorso anno, durante la nostra quarantena forzata. Quindi, ecco i miei umili commenti riguardo queste brevi letture :)

Un sorriso grande quanto un quarto di luna

Uno scambio epistolare ai tempi delle e-mail. Uno di quegli incontri che hanno un senso e non puoi fare a meno di riconoscerlo, sorridendo appena, nonostante tutto.

Il primo racconto di cui vi parlo è uno scambio di e-mail realmente avvenuto tra l’autrice e un cosiddetto Amico di Penna. Non starò qui a dirvi il contenuto di questi messaggi, vi lascio ovviamente il piacere della lettura, ma posso dirvi cosa mi è piaciuto e cosa no!

PRO: leggere le e-mail di Serafina ed Edoardo mi ha fatto ricordare quanto sia facile aprirsi con qualcuno che non conosci, quanto sia gentile e premuroso avere parole di conforto sincere, senza risultare il solito accondiscendente o la solita che “te lo deve dire per forza”. Parlare genuinamente con un estraneo ti dà la sensazione di non essere giudicato, vero? Sarà che non c’è il contatto visivo che imbarazza, sarà perché quella persona probabilmente non la incontrerai mai, oppure perché determinate cose non riusciamo a dirle a chi amiamo per timore di essere ignorati o presi in giro. Insomma, con Un sorriso grande quanto un quarto di luna ci troviamo di fronte a dei messaggi autentici, scritti col cuore…anzi, col sorriso ;)

CONTRO: trattandosi, per l’appunto, di uno scambio di “lettere digitali” l’ho trovato un po’ lento ma sarà che non prediligo particolarmente i racconti epistolari.

Leggerlo è stato comunque piacevole poiché mi ha riportato alla mente un ricordo felice. Dieci anni fa, aprii una pagina Facebook dedicata ad Harry Potter insieme ad un’amica e, dopo diverse settimane, mi ritrovai a chiacchierare per chat con alcuni “fan” che ci seguivano: molti non li ho più sentiti in vita mia, altri sono invece diventati alcuni dei miei amici più cari.

Voi avete mai avuto un amico di penna? O un’esperienza simile alla mia? E vi piacciono i racconti/romanzi epistolari?

E se invece…

Tommaso e Carolina sono colleghi, amanti, partner, amici. Un amore viscerale, intenso, dove porterà? Ma soprattutto, l’amore vero, può finire? Una storia d’amore in tutta la sua potenza, una storia di amore per sé stessi e per gli altri.

Con questo secondo racconto, Serafina affronta il tema dell’amore ma non pensate sia un racconto romance dalle sfumature simpatiche, anzi! La storia di Tommaso e Carolina è ciò che io personalmente definisco “amore ossessivo”; anche con questo brano ho trovato dei pro e dei contro e sono molto curiosa di sapere ciò che pensate voi al riguardo.

PRO: è un racconto che fa riflettere, che ti fa pensare ad una marea di domande e che ti fa sentire giudice di qualcosa che – se non hai vissuto – non puoi assolutamente capire. L’amore tra Tommaso e Carolina è così viscerale da diventare quasi malato perché, leggendo, ti rendi conto di quanto dipendano l’uno dall’altra… o forse no? A volte, capita di trovarsi in relazioni (non necessariamente amorose) che ci intrappolano, che ci tarpano le ali, che ci annullano ma che continuiamo a coltivare per abitudine o per paura di non poterne avere altre; e cosa possiamo fare per uscirne? Reagire. E se non ne siamo capaci? Non vergognarsi di chiedere aiuto a qualcuno, men che meno ad uno specialista.

CONTRO: in alcuni passaggi la storia è un po’ confusionaria e mi ha lasciato in sospeso come a dire “Sì, ma che c’entra?” E personalmente, l’avrei approfondita di più, con maggiori dettagli e meno sensazione di “lista degli eventi”. Probabilmente però, ho pensato a fine lettura, che l’autrice l’avesse fatto di proposito essendo una storia intensa e con protagonisti dai sentimenti contrastanti.

Tutto sommato, è una lettura piacevole che ti resta dentro perché smuove la coscienza e pone degli interrogativi che possono essere uno spunto interessante di confronto.

Secondo voi, anche l’amore può essere una dipendenza come l’alcol o la droga? Avete mai vissuto esperienze simili? Cosa significa per voi amare?

Vi aspetto nei commenti per chiacchierare insieme :) E vi ricordo che li trovate entrambi su Amazon (in formato e-book) ad un prezzo piccolo piccolo: 0,99€. Se siete, invece, abbonati a Kindle Unlimited, entrambi i titoli sono totalmente gratuiti!