Crea sito
Le Illustrastorie

I continenti: Africa 🏜️

Era una giornata afosa e soleggiata. Il terreno delle stradine che conducevano al centro città svolazzava al passaggio delle centinaia di piedi svelti che si muovevano in tutte le direzioni. I sandali bassi di cuoio si curvavano perfettamente al suolo e Africa poteva sentire tutti i sassolini tormentare la sua passeggiata. Indossava un abito in wax lungo fino al polpaccio e con le maniche corte; le forme geometriche del suo vestito spiccavano con colori sgargianti e luminosi, così come il suo sorriso che primeggiava sul viso scuro e faceva risaltare gli occhi neri. Sul capo portava un grande foulard aggrovigliato con maestria fino a formare un nodo vistoso e un paio di orecchini pendenti adornavano il suo viso rotondo. Africa stava passeggiando nel mercato della cittadella con un cesto tra le mani, intenta a selezionare la grande varietà di spezie che vendevano sulle bancarelle. Cumino, issopo, santoreggia, curry, zenzero, coriandolo, peperoncino… un’esplosione di colori e profumi che impregnava l’aria e di cui Africa si inebriava, alla ricerca della qualità migliore. Dopo aver preso gli ingredienti necessari alla sua umile cucina, la sua camminata si prolungò verso il centro storico dove una quantità indefinita di persone si muoveva tra le varie bancarelle. Gli edifici intorno alla piazza principale erano un po’ pericolanti ma conservavano il loro splendore antico fatto di tenui colori pastello, finestre grandi e massicce e portoni in legno con arco a volta. Africa adorava passeggiare per le vie della sua città, salutava con piacere chiunque incontrasse e rivolgeva sorrisi incoraggianti a destra e manca. Era una persona solare e benvoluta da tutti e non si spaventava di fronte a nulla. Nonostante la sua infanzia non fosse stata così rosea, aveva sempre un buon motivo per non demoralizzarsi e guardava solo il lato positivo delle cose. “E’ lo sguardo che dobbiamo cambiare” diceva spesso “non ciò che stiamo guardando”.

© Nicoletta Froechlich

© Rosa Ingenito