Crea sito

Category Giallo & Mistero

Chi ha ucciso Biancaneve?

La nebbia scendeva fitta sulla Foresta Incantata e sembrava creare una cappa intorno all’angosciante dolore che straziava il cuore del Principe Azzurro. Egli si trovava nella torre ovest del suo castello, intento a contemplare il giaciglio di cristallo della sua amata Biancaneve: questa volta gliel’avevano portata via per sempre. Non era stato un sortilegio impresso in una mela, come successo anni prima, a sottrarla dalle sue braccia bensì un ignoto assassino. Erano passate solo ventiquattr’ore dalla morte di Biancaneve, e Azzurro non si era dato pace neanche per un istante: voleva scoprire a tutti i costi chi gli avesse fatto un simile torto. Così, fece adagiare il corpo della defunta moglie in una teca di cristallo per poterla osservare ancora qualche giorno, prima che la natura facesse il suo corso e scempiasse quel corpo assai perfetto. Carezzò la teca e rivolse uno sguardo pieno di lacrime verso la sua amata, stampò un bacio sul vetro e si ritirò nelle sue stanze a meditare. Chi aveva ucciso la sua Biancaneve? Da dove poteva cominciare per svelare l’arcano?

Read More

Cosa non si fa per amore

La giornata era nebbiosa, insipida e senza vento. Il mare era spaventosamente calmo e nulla lasciava presagire che poco prima avesse infuriato una gigantesca battaglia di venti. Ma Folkstone era così: sempre avvolta dalla nebbia, dal mistero; era forse per questo che in Gran Bretagna nascevano personalità come Sherlock Holmes. Le città cupe e senza sole ti invogliavano ad investigare, a capire cosa si celasse dietro ogni crimine commesso, ad intuire come la nebbia stessa fosse sovente un grande aiuto per occultare un cadavere.
Quella mattina l’ingresso del cimitero cittadino era affollato, il brusio si levava alto come un ronzio di api, un gruppetto di persone era ammassato dietro il nastro di delimitazione della polizia e sbirciava attraverso i cancelli. Una vecchia Ford Fiesta nera schizzò nella strada con le sirene spiegate e si fece largo tra l’ambulanza e il furgone della Polizia Scientifica; ne fuoriuscì l’ispettore Julian Turner, un uomo corpulento sulla cinquantina che non amava per niente la curiosità della gente.

Read More